Niente porno su AdWords

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Niente porno su AdWords

I responsabili dal circuito pubblicitario AdWords, appartenente al network di Mountain View, avrebbero deciso di apportare delle modifiche alle policy per l'utilizzo del servizio, motivo per il quale dovrebbero essere vietati annunci e banner caratterizzati da contenuti troppo "espliciti".

E' da sottolineare che AdWords prevede già da tempo importanti limitazioni riguardante le modalità per l'advertising dedicato al mondo dell'adult entertainment, motivo per il quale molti inserzionisti avrebbero già deciso di rivolgersi a canali promozionali alternativi.

Nello specifico, i gestori della piattaforma di Google non dovrebbero più accettare inserzioni riportanti rappresentazioni grafiche di atti sessuali e, in particolar modo, elementi che possano essere associati in qualunque maniera alla pornografia.

Gli inserzionisti che non dovessere uniformarsi in breve tempo alle nuove regole dovrebbero ricevere una segnalazione da parte dell'azienda californiana, senza la rimozione dei contenuti ora esplicitamente vietati non vi sarà alcuna possibilità di procedere con la pubblicazione.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti