Niente porno oline, siamo Inglesi

Niente porno oline, siamo Inglesi

Tra i punti programmatici del Partito Conservatore inglese per la prossima tornata elettorale vi sarebbe anche quello mirato a creare un sistema che impedisca definitivamente ai minori di accedere a contenuti per adulti attraverso la Rete; una tematica riguardo alla quale lo stesso governo del primo ministro David Cameron ha dimostrato più volte di essere sensibile.

Come anticipato, e vale la pena ripeterlo, siamo nel campo delle pure promesse elettorali, lo stesso programma politico non spiegherebbe infatti come tale risultato possa essere ottenuto a livello tecnico; molto probabilmente però i Conservatori puntano anche sul fatto che questo "dettaglio" non sia di particolare interesse per la platea dei votanti.

Continua dopo la pubblicità...

In linea di massima tale sistema dovrebbe basarsi su un doppio controllo, il primo basato sull'età (e notoriamente non molto efficace) e il secondo su un meccanismo non meglio precisato; se non utilizzato (e per il momento indipendentemente dal suo funzionamento) quest'ultimo potrebbe portare al blocco del sito Web responsabile da parte del provider di hosting.

Del tutto inascoltati dalla politica e dal grande pubblico, gli esperti del settore hanno voluto sottolineare le scarse probabilità di riuscita del progetto, d'altra parte le organizzazioni per la tutela dei minori avrebbero salutato l'iniziativa con un sincero entusiasmo in parte dovuto alla quasi totale ignoranza del suo livello di fattibilità e dei possibili costi.

Secondo le attuali indiscrezioni, l'idea potrebbe essere quella di legare la selezione all'ingresso dei contenuti pornografici ad un'autenticazione basata sui dati associati alle carte di credito, meccanismo che, oltre a lasciare scoperta un'innumerevole serie di casistiche, porrebbe anche importanti interrogativi per quanto riguarda il rispetto della privacy.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.