Nothing acquisisce Essential per uno smartphone?

Nothing acquisisce Essential per uno smartphone?

Nothing, startup che grazie al suo progetto dedicato alla creazione di un nuovo ecosistema di dispositivi ha conseguito un finanziamento pari a 15 milioni di dollari da Google, avrebbe acquisito la società di Essential che è stata fondata dal "papà" di Android Andy Rubin ed è dedicata anch'essa allo sviluppo di soluzioni per il mobile.

Il cerchio sembrerebbe quindi pronto a chiudersi, Nothing infatti è stata creata da Carl Pei che è noto anche per essere uno dei fondatori di OnePlus, l'azienda conosciuta in tutto il Mondo per aver commercializzato una serie di smartphone di fascia alta, ma dal prezzo contenuto, basati sulle ROM del Robottino Verde (CyanogenMod, Lineage OS..).

Continua dopo la pubblicità...

Essential non è stata un progetto di grande successo anche se tra le sue attività vi sarebbe il deposito di alcuni brevetti, attualmente però non è dato sapere se questi ultimi finiranno nelle mani di Nothing che avrebbe completato l'acquisizione all'inizio di gennaio come riportato da un documento registrato presso l'Intellectual Property Office del Regno Unito.

A questo punto gli analisti finanziari vorrebbero capire se Nothing sfrutterà la proprietà di Essential per lanciare sul mercato una nuova gamma di smartphone, le indiscrezioni oggi disponibili parlerebbero invece di un esordio incentrato su delle cuffie particolarmente innovative delle quali non si conoscono ancora le caratteristiche tecniche.

Dopo aver lasciato Mountain View Andy Rubin non è stato protagonista di grandi exploit, di lui si ricorda l'avventuara di breve durata in Playground Global (società finalizzata a sostenere le startup) e la gigantesca buonuscita pari a ben 90 milioni di dollari ottenuta dopo le dimissione da Big G per una controversa vicenda riguardante il suo comportamento con una dipendente.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.