Pac-Man e il Pesce d'Aprile di Google Maps

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteProject Spartan arriva su Windows 10
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Pac-Man e il Pesce d'Aprile di Google Maps

Il I aprile è universalmente noto come la giornata dedicata agli scherzi, una consuetudine a cui neanche gli sviluppatori di Mountain View hanno voluto sottrarsi; ecco quindi la piattaforma Google Maps trasformarsi in uno dei più noti titoli della storia videoludica: Pac-Mac, "Pakkuman" in Giapponese, ideato da Tohru Iwatani della Namco nel 1980.

In sostanza il Pac-Man di Big G non è altro che una versione parallela di quella che è la sua nota piattaforma per la cartografia digitale, basterà digitare il nome di una località o il proprio indirizzo sull'apposito motore di ricerca per cominciare a giocare inseguiti dai "fantasmini"; per il resto Google Maps continuerà a funzionare come sempre.

Continua dopo la pubblicità...

Per divertirsi con questo nuovo Pesce d'Aprile bisognerà aprire la schermata iniziale del servizio e verificare la presenza in basso a sinistra di un'icona nella quale viene rappresentata una classica situazione di gioco riguardante Pac-Man; per comodità d'uso quest'ultima è stata posizionata di fianco a quella della mappa satellitare (Google Earth).

Una volta clickato su tale icona si aprirà un'atra schermata con al centro le strade presenti in Google Maps colorate di nero con bordi blue, sulla sinistra comparirà invece una sezione di colore blue nella quale vengono spiegate le regole del gioco e dalla quale, se lo si desidera, si potrà ritornare alla versione tradizionale della piattaforma.

Per muoversi tra le strade del percorso di gioco sarà sufficiente utilizzare la tastiera sfruttando le frecce direzionali, in questo modo (sempre a patto di essere talmente bravi da evitare i temibili "fantasmini") sarà possibile "mangiare" dei veri e propri gioielli architettonici o intere località come per esempio l'isola di Manhattan.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.