Il Partito Pirata perde il suo fondatore

Il Partito Pirata perde il suo fondatore

Rick Falkvinge, fondatore in Svezia del Partito Pirata (Pirat Partiet), ha deciso di abbandonare la sua creatura, ultimamente non molto fortunata a livello elettorale, e di lasciare il timone ad Anna Troberg che fino ad ora era stata la sua vice.

Falkvinge, almeno da quello che si evince sulla base delle sue dichiarazioni, non abbandonerebbe per via di frizioni interne al suo partito, il motivo dell'avvicendamento sarebbe semplicemente la noia, a suo parere il Pirat Partiet non avrebbe ormai nulla di nuovo da proporre.

Continua dopo la pubblicità...

Eppure, proprio in Svezia, le istanze da supportare non mancherebbero: si va dal processo contro i gestori di The Pirate Bay fino alla difesa di Wikileaks e al sostegno nei confronti di Julian Assange; il fondatore di Wikileaks non ha mai avuo bisogno di un partito favorevole alle sue spalle come in questi giorni.

Il Partito Pirata svedese aveva cominciato benissimo la sua avventura conquistando il 7,1% dei voti durante la prima tornata elettorale in cui si era presentato, la sua fortuna sembra però essersi esaurita e ora le preferenze nei suoi confronti si aggirano intorno ad un risicato 1,4%.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.