Perché il 30 giugno 2015 ci saranno problemi per la Rete

Perché il 30 giugno 2015 ci saranno problemi per la Rete

Daniel Gambis, direttore responsabile dell'International Earth Rotation Service presso l'Observatoire de Paris, ha recentemente reso noto che nel corso dell'anno corrente sarà necessario effettuare quello che prende il nome di secondo intercalare; in pratica verrà aggiunto un secondo al tempo attuale per sincronizzare gli orologi della Terra con il tempo astronomico.

Si tratta di un "leap second", sostanzialmente un aggiustamento temporale per il quale, alle ore 23:59:59 del 30 giugno 2015, tutti gli orologi atomici del Mondo verranno "fermati" per un secondo; più precisamente questi ultimi segneranno le 23:59:60 prima di passare alle 00:00:00 del giorno successivo. In questo modo si potrà colmare una "gap" dovuto al rallentamento della rotazione terrestre.

Continua dopo la pubblicità...

Ora, ricordate il Millennium Bug? Quando nel passaggio dal 1999 all'anno successivo gli orologi digitali potevano indicare correttamente il 2000 o per errore il 1900? Allora non accadde nulla, ma questa volta potremmo non essere altrettanto fortunati; a subire il contraccolpo di questa necessaria sincronizzazione potrebbe essere proprio la Rete.

Gli effetti di tale fenomeno non sarebbero in realtà del tutto prevedibili, per ora si sa soltanto che fu a causa della variazione di un singolo secondo che nel 2012 numerosi server, tra cui per esempio quelli di Linkedin, Foursquare e Reddit, smisero improvvisamente di funzionare; tutte le "vittime" di quanto accadde basavano il loro grado di precisione sul Network Time Protocol.

In realtà, essendo il "leap second" del 2015 ampiamente annunciato, molti sysadmin potranno prendere le necessarie precauzioni evitando il verificarsi di problemi; al di là di improbabili catastrofi, questi ultimi dovrebbero comunque risolversi in poco più di un momentaneo crash di sistema.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.