Il personale si seleziona su Facebook

Il personale si seleziona su Facebook

I ricercatori dell'Università dell'Illinois hanno recentemente condotto una rilevazione, intitolata "Social Networking Websites, Personality Ratings, and the Organizational Context: More Than Meets the Eye?", dedicata al rapporto tra comportamenti nelle reti sociali e prestazioni professionali.

La ricerca mira ha stabilire se strumenti come Facebook potrebbero essere utilizzati per misurare l'efficienza di un candidato durante i suoi impegni lavorativi; per lo svolgimento dello studio sono stati "reclutati" alcuni esperti di selezione del personale che hanno spulciato alcuni profili selezionati.

A determinare l'appetibilità di un candidato tramite Facebook sarebbe il fatto che durante i test di personalità gli aspiranti lavoratori tenderebbero a mentire, ciò non accadrebbe invece sul social network dove il confronto con persone più o meno conosciute impedirebbe in buona parte di mascherare la verità.

Lo studio avrebbe però un valore più che altro indicativo, in molti paesi infatti, compresa la Penisola, esistono severe normative che, salvo accordi tra le parti, impediscono di utilizzare i profili creati su Facebook e altri network per la selezione dei lavoratori o per motivare il loro licenziamento.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.