Redstone: Windows dopo Windows 10

Redstone: Windows dopo Windows 10

Windows 10, sistema operativo attualmente ancora in fase di anteprima tecnica, dovrebbe essere rilasciato soltanto questa estate, ma gli sviluppatori della Casa di Redmond starebbero già lavorando a quella che sarà la piattaforma successiva; quest'ultima, plausibilmente ancora in fase embrionale, potrebbe vedere la luce entro il 2016.

"Windows 11", ma il suo nome potrebbe essere diverso al momento della presentazione in versione definitiva, sarebbe attualmente implementato nel quadro del progetto denominato "Redstone", esattamente come Windows 10 venne realizzato nell'ambito del "Project Threshold" e Windows 8/8.1 all'interno del progetto "Windows Blue".

Continua dopo la pubblicità...

"Redstone" è un termine prelavato direttamente da un videogame della stessa azienda californiana, "Minecraft", nel corso degli utlimi hanno il gruppo capitanato da Satya Nedella ha deciso di utilizzare questa particolare nomenclatura, scegliendo per esempio il nome Cortana (un personaggio di Halo) per il suo assistente intelligente alle ricerche.

Secondo alcuni analisti, "Redstone" potrebbe portare alla realizzazione di una sorta di aggiornamento per Windows 10, motivo per il quale anche la futura release del sistema operativo potrebbe mantenere lo stesso nome; a cambiare sarebbero in questo caso soltanto alcune funzionalità e il parco dei dispositivi supportati, fissi o mobili che siano.

Sempre secondo indiscrezioni, Microsoft avrebbe definito una Road Map secondo la quale Redstone dovrebbe essere disponibile entro il mese di giugno del prossimo anno, mentre in ottobre la società potrebbe perfezionare il lavoro già fatto attraverso un successivo upgrade; come nel caso di Windows 10, i primi utenti a testare Redstone dovrebbero essere quelli che aderiscono al programma "Insider".

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.