Remote computing con iPhone 5?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteOnit: una app per il maschio adulto
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Continuano a trapelare (interessanti) indiscrezioni su quelle che dovrebbero essere le caratteristiche hardware e software dell'iPhone 5, il prossimo modello di smartphone che la Casa di Cupertino si starebbe preparando a lanciare sul mercato.

La quinta versione del telefono cellulare più conosciuto al Mondo non dovrebbe segnalarsi soltanto per un retro in alluminio e per uno schermo Touchscreen più grande che in precedenza, ma anche per il supporto di tecnologie avanzate come il Remote Computing grazie ad un chip NFC.

L'introduzione della Near Field Communication dovrebbe consentire allo smartphone di comunicare da remoto con una postazione gestita tramite Mac Os X indipendentemente dalla sua collocazione nello spazio e senza i limiti fisici propri della tecnologia Wi-Fi.

In questo modo dovrebbe essere possibile effettuare operazioni di sincronizzazione e scambio dati in qualsiasi momento e persino trasferire Apps scaricate dal MarketPlace di Cupertino; una prospettiva affascinante che pone, però, non pochi interrogativi dal punto di vista della sicurezza.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.