Ricavi in crescita per Instagram

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle vieta la pornografia su Blogger
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Ricavi in crescita per Instagram

Secondo quanto previsto dagli analisti di Cowen&Co, Instagram, applicazione sociale per la condivisione fotografica di proprietà di Menlo Park, dovrebbe riuscire a generare almeno 700 milioni di ricavi entre l'anno corrente; ma il vero exploit sarebbe atteso per il 2020 con un giro d'affari pari a circa 5.8 miliardi di dolllari.

Contestualmente a crescere dovrebbe essere anche il valore del progetto attualmente già abbatanza elevato; per Instagram si parla infatti di una quotazione pari a 33 miliardi di dollari, superiore a quella di Twitter (30 miliardi e un numero di utenti oggi inferiore), e a quella di Snapachat (circa 19 miliardi).

Ad incrementare la capacità di monetizzazione di questa applicazione dovrebbero essere alcuni fattori come per esempio gli inserzionisti che cercheranno promozione attraverso tale circuito e, variabile ancora più importante, il numero di iscritti che da qui al 2020 dovrebbe crescere di altre 380 milioni di unità per un totale pari a 680 milioni di utenti.

Per avere un'idea di quanto sia salito il valore di Instagram in pochissimi anni, basti pensare che quando Facebook decise di acquisirne il controllo per un miliardo di dollari (aprile 2012) essa contava appena 27 milioni di utilizzatori che interagivano con l'applicazione attraverso il solo sistema operativo mobile iOS.

Continua dopo la pubblicità...

Ad oggi Instagram, sbarcata anche su Android, sarebbe ancora una soluzione utilizzata prevalentemente da giovani di età compresa tra i 12 e i 34 anni, quotidianamente l'applicazione permetterebbe di mettere in condivisione ben 70 milioni di contenuti tra filmati e immagini; uno smartphone su 6 negli Stati Uniti presenterebbe questa soluzione installata.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.