RIM difende il BlackBerry

Dopo la decisione da parte degli Emirati Arabi Uniti di mettere al bando l'utilizzo dello smartphone BlackBerry, la RIM ha deciso di scendere in campo per difendere il proprio dispositivo e per evitare che l'iniziativa della autorità di Abu Dhabi possa influenzare le decisioni di altri stati.

Innanzitutto RIM deve badare all'influenza di questa presa di posizione sul mercato azionario, fortunatamente Emirati Arabi e Arabia Saudita (l'altro stato che ha deciso di bandire il BlackBerry) rappresentano soltanto il 2,6% del mercato totale dello smartphone.

Continua dopo la pubblicità...

In secondo luogo la RIM sarebbe in procinto di commercializzare uno smartphone touchscreen con cui è intenzionata a far concorrenza alla Apple sul terreno dell'iPhone, è chiaro che poter agire su un mercato limitato potrebbe rendere più complessa la diffusione di questo dispositivo.

E' probabile che il braccio di ferro tra le autorità arabe e la RIM non sia ancora concluso, gli analisti si aspettano che nel prossimo futuro l'azienda lancerà delle proposte appositamente confezionate per l'utilizzo del BlackBerry negli stati in cui esso è stato messo al bando.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.