Le rivelazioni di Vodafone sullo spionaggio delle comunicazioni

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteUE: stesse regole sulla privacy anche per le aziende straniere
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Le rivelazioni di Vodafone sullo spionaggio delle comunicazioni

Il provider britannico Vodafone avrebbe recentemente rivelato che alcuni governi sarebbero in grado di effettuare un'attività di monitoraggio a carico della sua rete aziendale; ciò significa che le comunicazioni degli utenti potrebbero essere a rischio di spionaggio.

Alla base di tale attività vi sarebbe una struttura di collegamenti utilizzata dalle agenzie governative per immettersi nelle trasmissioni effettuate tramite il network di Vodafone; tra le nazioni coinvolte vi sarebbero anche alcuni stati dell'Unione Europea, Italia compresa.

Ciò non sarebbe possibile a causa di un complotto ordito contro l'utenza, ma per via del fatto che alcune legislazioni obbligherebbero i carrier telefonici e dati a lasciare una porta aperta alle autorità che richiedano di poter accedere alle comunicazioni dei clienti.

Vodafone riceverebbe annualmente oltre 600 mila richieste di invio di metadati da parte degli organismi giudiziari italiani, tale fenomeno sarebbe particolarmente diffuso nel nostro Paese per questioni inerenti la lotta alla criminalità organizzata.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti