La Russia avverte i giganti del Web: adeguatevi o vi blocchiamo

La Russia avverte i giganti del Web: adeguatevi o vi blocchiamo

Le autorià della Confederazione Russa avrebbero inviato un messaggio a Google, Facebook e Twitter per avvertire i loro responsabili che starebbero agendo in violazione delle leggi del paese, in caso di mancato adeguamento il rischio potrebbe essere quello di un blocco totale degli accessi ai relativi siti Web.

La segnalazione sarebbe stata inviata dalla Roskomnadzor, potentissima agenzia governativa che in Russia agisce a livello federale per il controllo e la supervisione dei cotenuti veicolati attraverso i mezzi di telecomunicazione, le Information Technologies e i media per la comunicazione di massa, ivi compresa la Rete.

Continua dopo la pubblicità...

In sostanza Google, Facebook e Twitter sarebbero accusate di utilizzare dei sistemi per la crittografia dei dati che non permetterebbero alle istituzioni di oscurare (e quindi, in pratica, di censurare) uno per uno tutti i contenuti e le pagine Web considerate fuori legge in una nazione dove la libertà d'espressione non è sempre una priorità per i governanti.

La normativa russa prevede che le società che operano in Rete debbano mettere a dispositizione delle autorità moscovite gli elenchi dei blogger che contano più di 3 mila lettori al giorno, contestualmente tali compagnie sarebbero obbligate a chiudere tutti i siti Web che vengono loro segnalati da soggetti istituzionali.

L'attuale governo della Confederazione, per non parlare dello stesso Putin, non avrebbe mai nascosto di mal sopportare il ruolo svolto da Internet nella diffusione di contenuti spesso considerati "sovversivi" e combattuti, anche da Mosca, mascherando leggi liberticide con contromisure per contrastare le attività terroristiche.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.