Ruth Porat è la nuova CFO di Google

Ruth Porat è la nuova CFO di Google

I vertici di Mountain View avrebbero reso noto nelle scorse ore che la manager Ruth Porat, fino ad oggi CFO (Chief Financial Officier) della banca d'affari Morgan Stanley, entrerà a far parte della famiglia di Google con lo stesso ruolo; suo il posto che fu di Patrick Pichette, dirigente recentemente dimissionario per dedicare più spazio alla sua vita personale.

La Porat, che ha 57 anni, era in forza presso Morgan Stanley dal 1987, tra gli incarichi da lei ricoperti in quella sede vi sarebbero, oltre a quello di CFO, anche quelli di responsabile della divisione Technology Investment Banking, di direttore del Financial Institutions Group e di vice presidente del comparto Investement Banking.

Alla manager oggi protagonista in Big G sarebbero riconosciute grandi qualità dal punto di vista organizzativo, non si dimentichi infatti che ella è stata in grado di conservare saldamente il suo mandato di Direttore Finanziario presso Morgan Stanley proprio in quello che è stato un periodo caratterizzato da una crisi economica devastante.

Salutando la nuova arrivata e, nel contempo, ringraziando Pichette per le importanti decisioni prese nel corso del suo non sempre semplice settennato, il CEO Larry Page avrebbe affermato che Google potrebbe ritenersi tremendamente fortunata ad avere tra le sue fila una dirigente in grado di coniugare creatività ed esperienza .

Continua dopo la pubblicità...

Da parte sua la Porat avrebbe risposto di essere particolarmente felice per il suo ingresso in un'azienda come Mountain View, questo anche per il fatto di essere nata in California e di poter ritornare nella sua terra d'origine per contribuire allo sviluppo di una realtà imprenditoriale (tra le più importanti) della Silicon Valley.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.