Scricchiola il progetto OpenOffice.org

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle: quanto inquina una ricerca?
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Michael Meeks è un importante programmatore che ha partecipato a importanti progetti Open Source tra cui anche GNOME e OpenOffice; ora dalle pagine del suo blog Meeks denuncia una situazione che potrebbe presto portare la suite OpenOffice ad una fine ingloriosa.

Lo sviluppatore ha infatti lamentato il fatto che il numero dei partecipanti alla realizzazione del progetto sia sempre più limitato, questa mancanza di collaboratori sarebbe dovuta in particolare ad una rigida struttura burocratica e poco democratica attorno alla quale sarebbero raccolti i programmatori.

Per fare un semplice confronto: durante il 2004, nel periodo di massima partecipazione attorno allo sviluppo di OpenOffice, vi erano ben 70 programmatori, ora questo numero è sceso a 24; il solo gruppo di sviluppo del Kernel Linux conta ben 300 collaboratori.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.