Scuola e software libero: a Gela una caso di eccellenza italiana

Scuola e software libero: a Gela una caso di eccellenza italiana

In questi giorni di sommossa per la scuola italiana (in lotta contro il Decreto Gelmini), c'è un piccolo grande caso di eccellenza scolastica che vogliamo portare alla vostra attenzione.

E' il caso dell'istituto Majorana di Gela che, da diverso tempo, sta portando avanti con successo una campagna per la diffusione del software libero in Italia, una "battaglia" che ha avuto non pochi successi culminati nel recente protocollo d'intesa col comune di Gela per l'adozione del software libero negli uffici dell'amministrazione locale.

Il Prof. Antonio Cantaro, promotore dell'iniziativa, è da diverso tempo operoso nella produzione di guide ed altro materiale didattico gratuito (liberamente scaricabile dal sito dell'istituto) riguardante il sistema operativo Ubuntu e la suite per l'ufficio OpenOffice, guida, quest'ultima, segnalata dallo stesso sito ufficiale alla pagina Documentazione e risorse esterne.

Il caso dell'istituto Majorana è, a nostro avviso, una caso esemplare perchè dimostra la vitalità di un settore (quello scolastico) spesso criticato per immobilismo ed arretratezza, nell'auspicio che altre scuole seguano l'esempio di questo istituto impegando tempo ed energie in progetti costruttivi volti al superamento di quell'analfabetismo informatico che rappresenta certamente uno dei grandi problemi dell'italia moderna.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.