Si "allarga" la banda europea

Si "allarga" la banda europea

Aumenta nel Vecchio Continente il numero di cittadini che hanno un accesso alla banda larga, se durante il 2009 23,9 cittadini ogni 100 possedevano un abbonamento per l'accesso veloce alla Rete, la percentuale nel 2010 è salita fino a raggiungere il 25,6.

Buoni anche i dati relativi alle connessioni tramite dispositivi mobili come per esempio gli smartphone, un settore che durante l'ultimo anno ha potuto vantare una crescita pari al 45%; al momento ad un cellulare su 6 sarebbe associato un abbonamento per la navigazione in Rete.

La diffusione della banda larga è confermata da una recente ricerca di Agenda Digitale, ma le notizie sono meno buone per quanto riguarda la velocità media per la navigazione; se un terzo delle linee supportano fino a 10 Mbps, solo il 5% di esse può raggiungere i 30 Mbps.

Danimarca e Olanda sarebbero i paesi europei dove si naviga di più in banda larga, con 40 linee veloci ogni 100 persone, la Repubblica Ceca e la Grecia sarebbero invece i paesi appartenenti all'Unione dove la banda larga è al momento meno diffusa.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.