I siti più pericolosi? Quelli sulla religione

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente32 nanometri per aumetare l'autonomia dell'iPad 2
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
I siti più pericolosi? Quelli sulla religione

La società specializzata nella sicurezza informatica Symantec, ha recentemente diffuso i dati relativi alla XVII edizione dell'Internet Security Threat Report, un rapporto annuale attraverso il quale viene misurato il livello globale dele minacce telematiche rilevate all'interno della Rete.

Il report evindenzierebbe alcune tendenze poco incoraggianti, da esso emergerebbe per esempio che il totale dei tentativi di attacco bloccati dalla stessa società fondata da Gary Hendrix sarebbe stato nel 2011 di circa 5,5 miliardi, contro i 3 miliardi dell'anno precedente (+81%).

Sarebbero invece buone le notizie relative al decremento di circa un quinto delle vulnerabilità totali rilevate nel corso del periodo analizzato e alla diminuzione dello spam, passato dall'86% al 75% sul complesso della posta elettronica inviata.

Tra le varie tendenze registrate nel rapporto ve ne sarebbe anche una particolarmente curiosa: i siti Web a carattere religioso sarebbero mediamente tra quelli contenenti il maggior numero di insidie, in quanto a pericolosità essi supererebbero addirittura i siti Inernet per adulti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.