Smart Working: accesso semplificato fino a fine 2021

Smart Working: accesso semplificato fino a fine 2021

Grazie ad un emendamento del Ministero del Lavoro al cosiddetto "Decreto Riaperture" la procedura semplificata per l'adozione dello smart working in ambito privato rimarrà in vigore fino al 31 dicembre dell'anno corrente. Si ricorda che tale misura risale alla primavera dello scorso anno quando divenne necessario a seguito della pandemia di Coronavirus allora ai suoi inizi in Italia.

Come stabilito dalla Legge n. 81 risalente al 2017, un datore di lavoro ha l'obbligo di effettuare una contrattazione individuale con ciascuno dei suoi dipendenti prima di destinarli al lavoro in modalità remota, con la semplificazione introdotta lo scorso anno egli può invece operare unilateralmente destinando i collaboratori in smart working.

La precedente scadenza era stata fissata per il 31 luglio 2021 ma si sarebbe deciso per un ulteriore rinvio in considerazione del fatto che molte aziende potrebbero avere la necessità di riorganizzarsi in vista di un futuro (ed eventuale) ritorno in massa dei dipendenti presso le sedi di lavoro, procedura che potrebbe essere più complessa se effettuata nei mesi estivi.

Come sottolineato dalla vice ministra al Lavoro Tiziana Nisini a commento dell'iniziativa, in questo momento le aziende che operano nella Penisola hanno ancora bisogno di flessibilità, costringerle ad un ritorno rapido alla normativa precedente i lockdown potrebbe aggravare una condizione di difficoltà che in diversi settori non sarebbe stata del tutto superata.

Continua dopo la pubblicità...

Per via dell'emendamento rimangono quindi valide anche le modalità con cui assolvere gli obblighi riguardanti l'informativa in materia di sicurezza sul lavoro, questi ultimi infatti possono essere assolti direttamente su Internet tramite la modulistica presente nel sito Web ufficiale dell'INAIL (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro).

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.