Snapchat (in perdita) prepara lo sbarco a Wall Street

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTwitter promette nuove misure contro gli abusi
  • SuccessivoQuasi 1.9 miliardi di "amici" su Facebook (e ricavi in crescita)
Snapchat (in perdita) prepara lo sbarco a Wall Street

Snap Inc., società che fa capo all'applicazione per la messaggistica istantanea Snapchat, si starebbe preparando per un'IPO (Initial Public Offering, "offerta pubblica iniziale") che dovrebbe portare il gruppo a quotarsi in Borsa presso Wall Street e a raggiungere una capitalizzazione che, nelle attese dei dirigenti, dovrebbe aggirarsi intorno ai 25 miliardi di dollari.

Per far questo Snap Inc. ha dovuto presentare un documento riassuntivo sulla sua attività finanziaria alla SEC (Securities and Exchange Commission), in tale report sarebbero però contenuti alcuni dati che, almeno apparentemente, potrebbero danneggiare l'andamento dell'IPO. Snapchat opererebbe infatti in perdita con ammanchi da centinaia di milioni di dollari.

Continua dopo la pubblicità...

Nel corso del 2015 l'azienda avrebbe registrato un passivo su base annua pari a 372.9 milioni di dollari, perdite poi cresciute fino a 514.6 milioni di dollari durante lo scorso anno. Diverso l'andamento dei ricavi che sarebbe invece positivo: 58.7 milioni di dollari nel 2015 e 404.5 milioni nel 2016; un giro d'affari generato in particolare dall'advertising.

Secondo quanto dichiarato dagli stessi responsabili della Snap Inc., la società prevede di registrare ulteriori perdite in futuro, anzi, è possibile che non registri mai un attivo dal punto di vista dei profitti. Un'affermazione poco incoraggiante ma necessaria per presentarsi di fronte agli investitori con la maggiore trasparenza possibile.

A quanto detto andrebbe aggiunto il dato relativo alla crescita di utenti che negli ultimi mesi starebbe rallentando; durante l'ultimo quarto del 2016 Snapchat avrebbe registrato 5 milioni di iscritti in più rispetto al trimestre precedente, ma durante il resto dell'anno la media sarebbe stata ben più elevata: 15 milioni di utenti in più a trimestre.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.