I social network sono una droga, parola di ministro

Secondo quanto affermato di recente dal ministro della salute Ferruccio Fazio, i social network - come per esempio Facebook e Twitter -rappresenterebbero la nuova e temibile droga del terzo millennio, tanto da poter avere conseguenze devastanti sulla salute psico-fisica degli utenti.

Sempre secondo le parole del ministro, l'eccessiva frequentazione dei social network (e dei giochi on-line) potrebbe essere causa dell'insorgere di sentimenti di onnipotenza, isolamento dal mondo reale, comportamenti compulsivi e dipendenze psico-patologiche.

Continua dopo la pubblicità...

Il ministro, che ha parlato in risposta ad un'interrogazione parlamentare, avrebbe voluto così mettere in guardia i giovani sulle insidie relative ad una frequentazione troppo assidua della Rete. "Basterebbero" 10 ore al giorno davanti al computer per subire le conseguenze negative di questa nuova droga.

Giorgio Jannone, l'esponente del Popolo delle Libertà autore dell'interrogazione parlamentare al ministro Fazio, avrebbe chiesto che vengano presi provvedimenti per fornire aiuto alle persone affette da comportamenti compulsivi dovuti alla frequentazione dei social network.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.