I soldi delle frequenze 4G rischiano il congelamento

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteServizi BlackBerry sulla via del ripristino
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
I soldi delle frequenze 4G rischiano il congelamento

Alcune settimane fa si è conclusa l'asta per le frequenze delle reti radiomobili di quarta generazione (4G), grazie ad esse le casse dello Stato hanno potuto registrare un incremento pari a circa 1,6 miliardi di euro rispetto a quanto inizialmente preventivato.

Ci si aspettava che parte di questo surplus (circa la metà) sarebbe stato impiegato per finanziare l'ampliamento delle infrastrutture destinate alla diffusione della Banda Larga; ora questi 800 milioni di Euro (milione più milione meno) potrebbero risultare inspendibili...

La Legge di Stabilità prevede infatti che il maggior gettito derivante dall'asta per le frequenze 4G sia destinato per il metà al fondo per l'ammortamento dei titoli di Stato e per il restante 50% al fondo in favore dell'istruzione previsto dal decreto 5 del 2009.

In pratica, i soldi destinati alla risoluzione definitiva del digital divide italiano (ancora particolarmente pesante) potrebbero essere utilizzati per colmare buchi di bilancio; stando così le cose, lo stato di arretratezza infrastrutturale della Penisola rischia di cronicizzarsi ulteriormente.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.