Un solo aggiornamento all'anno per Windows 11

Un solo aggiornamento all'anno per Windows 11

Le novità di Windows 11, che almeno per il momento non sembrerebbero essere tantissime, dovrebbero riguardare anche gli aggiornamenti. Il nuovo sistema operativo della Casa di Redmond dovrebbe riceverne infatti soltanto uno all'anno per quanto riguarda l'integrazione di funzionalità addizionali, quelli per la sicurezza verranno rilasciati invece frequentemente.

Le ragioni di questa scelta, che comunque sarebbe ancora in attesa di conferma, sono facilmente intuibili, gli aggiornamenti a volte "improvvisi" di Windows 10 hanno spesso creato lamentele e perplessità soprattutto per via del fatto che essi richiedono spesso tempi anche lunghi e non sempre sono esenti da bug, risolvibili soltanto con ulteriori upgrade.

Un solo aggiornamento cumulativo all'anno potrebbe risolvere questo tipo di problematiche, da una parte infatti gli utenti dovrebbero interrompere il loro lavoro per applicarli una volta per tutte in 12 mesi, dall'altra gli sviluppatori del gruppo capitanato da Satya Nadella avrebbero più tempo a disposizione per i test e l'eventuale bug fixing.

Microsoft avrebbe inoltre implementato un sistema in grado di applicare aggiornamenti tramite package molto meno ingombranti, si parla infatti di un risparmio di circa il 40% in termini di volumi. A ciò si aggiunga che Windows Update fornirà dal "Menu Start" anche una previsione riguardo al tempo che sarà necessario per installare un aggiornamento.

Continua dopo la pubblicità...

Tale stima potrebbe cambiare anche notevolmente a seconda della configurazione hardware di riferimento ma per verificare le reali intenzioni di Redmond sarà necessario attendere il 20 ottobre 2021, data entro la quale la compagnia dovrebbe rendere disponibile gratuitamente Windows 11 per tutti coloro che possiedono un terminale con Windows 10.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.