Le superstar non amano Twitter

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook: si indaga sul gruppo "Uccidiamo Berlusconi"
  • SuccessivoBing indicizza Twitter e Facebook
Le superstar non amano Twitter

Twitter permette di pubblicare post non più lunghi di 140 caratteri, rispettando una rigida regola del microblogging; ma una manciata di caratteri bastano per dire tante cose, per esempio per anticipare il finale di un film non ancora in uscita al cinema o rovinare le sorprese di un serial o di una fiction.

Le majors hanno deciso di correre ai ripari contro il tweets sconvenienti, ultimo è il caso della bellissima attrice americana Cameron Diaz che ha dovuto chiudere il propiro account su Twitter a causa di una postilla sul contratto firmato per il doppiaggio della prossima puntata della saga di Shrek.

E' molto probabile che in futuro saranno sempre di più le star che si vedranno costrette a disabilitare il proprio account in vista di una nuova produzione; già Dreamworks e Disney avrebbero fatto scrivere ai propri legali contratti in cui viene vietata agli attori la partecipazione ai social network.

Serie televisive come American Idol, Heroes e Bones avrebbero lamentato danni a causa di tweets incontrollati; la moda di richiedere la chiusura degli account potrebbe estendersi presto ad altri ambienti in cui la riservatezza è importante come la politica e lo sport.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.