Svolta legale per The pirate Bay

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSocial network vietati ai marines
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

In informatica passare dalla parte dell'avversario non è un evento raro, succede spesso che un hacker venga assoldato da società specializzate nella creazione di antivirus, così come capita che siti dedicati alla condivisione illegale di file diventino dei servizi legali con la benedizione delle majors.

Questo sembra essere anche il caso di The Pirate Bay, fino a pochi giorni fa era un sito in cui si potevano trovare file Torrent attraverso i quali scaricare video e audio a man bassa alla faccia dei diritti di autore, ora potrebbe diventare un servizio perfettamente legale.

L'azienda scandinava Global Gaming Factory, che recentemente ha acquistato la Baia dei Pirati, ha annunciato di essere in procinto di firmare un accordo con una grossa major discografica; The Pirate Bay dovrebbe quindi essere pronta a vendere musica legalmente.

Il nome della casa discografica con cui la GGF starebbe per siglare l'accordo non è ancora noto, plausibilmente dovrebbe trattarsi di una della quattro majors più grandi nel settore della musica: Emi, Universal, Sony e Warner.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.