Systrom e Krieger lasciano Instagram

Kevin Systrom e Mike Krieger, fondatori del social network Instagram, avrebbero deciso di dare le dimissioni lasciando i ruoli occupati fino ad ora nel consiglio di amministrazione del gruppo oggi proprietà di Menlo Park. I due erano rispettivamente CEO (Chief executive officer) e CTO (Chief technical officer) del progetto.

Nessuno dei dimissionari avrebbe fornito spiegazioni riguardanti il proprio allontanamento volontario, entrambi infatti si sarebbero limitati a dichiarare di voler perseguire nuovi obbiettivi. Da tempo circolavano in Rete indiscrezioni relative a divergenze creative con la dirigenza di Facebook, ma nulla confermerebbe che esse abbiano avuto un ruolo nel determinare quanto accaduto.

L'abbandono sarebbe avvenuto in ogni caso dopo una vera e proprià ristrutturazione del management in seno agli asset di Menlo Park. A tal proposito è bene ricordare che, di recente, un Mark Zuckerberg non esattamente entusiasta dell'andamento dei titoli azionari di Facebook avrebbe deciso di nominare Chris Cox, suo uomo di fiducia, supervisore di WhatsApp e della stessa Instagram.

Stando così le cose Systrom e Krieger potrebbero aver rassegnato le dimissioni per motivi simili a quelli che, a suo tempo, avrebbero costretto il co-fondatore di WhatsApp Jan Koum ad abbandonare la sua creatura. Brian Acton, altro co-fondatore del progetto, era stato protagonista della medesima decisione pochi mesi prima. Entrambi infatti sarebbero entrati in contrasto con Zuckerberg sulle stategie da adottare per la monetizzazione.

Continua dopo la pubblicità...

I due creatori di Instagram lasciano così una piattaforma che oggi conta oltre 1 miliardo di utilizzatori mensili sparsi in quasi tutto il Mondo. Non esistono cifre ufficiali riguardanti la resa ecnomica del solo advertising su Instagram, ma secondo alcuni analisti essa potrebbe arrivare a superare gli 8 miliardi di dollari alla fine dell'anno corrente.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.