Telecom combatte il P2P

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle può linkare i file musicali?
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Il gestore della Rete telefonica nazionale Telecom Italia ha dato l'avvio alla sperimentazione di tecniche per la gestione del prorprio network in 44 comuni della Penisola; la sperimentazione consiste in pratica nel differenziare la velocità di connessione delle applicazioni utilizzate dagli utenti.

Ufficialmente, Telecom Italia ha intrapreso questa iniziativa per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti, di fatto però si tratta anche di una forma di limitazione dell'uso di canali per il file sharing, le applicazioni per il P2P disporranno infatti di meno banda.

La sperimentazione dovrebbe durare all'incirca 6 mesi, durante i quali la banda dovrebbe essere gestita in modo da essere dedicata ai programmi che ne richiedono una quantità maggiore (P2P a parte), come per esempio la fruizione dei servizi in tempo reale.

L'iniziativa non sembra essere piaciuta all'Associazione Italiana Internet Provider, inoltre, la sperimentazione sembra essere stata comunicata al Ministero dello Sviluppo Economico ma non all'Autorità Garante delle Comunicazioni.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.