Telecom Italia è pronta per lo scorporo

Il provider nazionale Telcom Italia ha comunicato ai vertici di AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) le fasi relative al progetto per la societarizzazione della Rete, il messaggio conteneva una contestuale richiesta di semplificazione delle norme che regolano il comparto.

Il piano di scorporo a cui fa riferimento la telco italiana capitanata da Franco Bernabé è stato approvato di recente dal Consiglio di Amministrazione del gruppo, a questo punto non resterà che attendere le previste autorizzazioni da parte del Garante.

Continua dopo la pubblicità...

Il documento inviato rappresenta sostanzialmente una proposta per la quale Telcom Italia mette sul piatto la separazione di un suo ramo d'azienda e, in cambio, richiede all'Authority maggiore flessibilità nei processi decisionali e minori ostacoli di carattere burocratico

Dallo scorporo della Rete dovrebbe nascere una nuova società "figlia", denominata Opac (Open Access), quest'ultima risulterebbe comunque sotto il totale controllo di Barnabé e soci; sostanzialmente essa dovrebbe incorporare le divisioni wholesale line rental e bitstream.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.