Telegram Down: impossibile inviare e ricevere messaggi anche in Italia

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente#googledown (anche Google può andare off-line). A distanza di 36 ore ancora problemi per Gmail
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1
Telegram Down: impossibile inviare e ricevere messaggi anche in Italia

Oggi, 16 dicembre 2020, la nota app per la messaggistica Telegram risulta afflitta da un malfunzionamento che sarebbe stato rilevato e segnalato anche in Italia. Stando alle notizie che rimbalzano sui social network, da alcune ore, i fruitori di Telegram non riuscirebbero ad utilizzare l'app per inviare e ricevere messaggi. Alla luce dei primi dati sembrerebbe un down su scala globale localizzato, prevalentemente, in Europa con epicentro in Italia, Francia e Inghilterra.

Stando ai dati di DownDetector il picco del problema si sarebbe verificato intorno alle 14.30 ora italiana, con circa 10.000 segnalazioni di malfunzionamento.

Il problema relativo a Telegram si sussegue, distanza di poche ore, dal Down di Google che ha fatto parlare i giornali di tutto il mondo. Nel giro di pochi minuti l'hashtag #telegramdown è diventato un top trend, così come nei giorni scorsi lo era diventato #googledown. Da segnalare che il malfunzionamento della popolare piattaforma segue di poche ore un altro down celebre, cioè quello di Spotify (applicazione rimasta off-line alcune ore).

Ad oggi Telegram è il sistema di messaggistica più utilizzato al mondo subito dopo WhatsApp, il suo funzionamento pertanto sta procurando non pochi disagi agli utenti di mezzo mondo che si sono visti improvvisamente impossibilitati dal utilizzare le chat e scambiare messaggi.

Continua dopo la pubblicità...

Lo staff di Telegram, attraverso il proprio account ufficiale su Twitter, ha confermato ufficialmente l'incidente evidenziando come questo non sia globale ma riguardi soltanto alcune aree del pianeta (tra cui l'Europa). I tecnici di Telegramsono al lavoro per risolvere i problemi di cui, almeno per il momento, non si conosce la causa scatenante.

Il mese di dicembre 2020 rischia di essere ricordato davvero come un periodo sfortunato anche per la tecnologia, andando così ad appesantire il bagaglio di cattive notizie di un anno già di per se da dimenticare.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.