TikTok: Oracle diventa partner per i dati

TikTok: Oracle diventa partner per i dati

Le vicende che hanno recentemente coinvolto il social network TikTok sono ormai note. La piattaforma è infatti proprietà di una società cinese, ByteDance, e il suo successo ha creato forti preoccupazioni presso le istituzioni statunitensi intenzionate ad impedire che grandi di quantità di dati personali dei propri cittadini possano finire in mano ad un Paese estero.

Per questo motivo Washington ha richiesto alla dirigenza di ByteDance di cedere la propria azienda ad una realtà americana (si è spesso parlato di un interesse da parte di Microsoft) pena l'oscuramento su tutto il territorio USA. La reazione di Pechino non si è però fatta attendere e la Cina ha rapidamente deciso di vietare la cessione di tecnologie considerate d'interesse nazionale come l'algoritmo di TikTok.

Continua dopo la pubblicità...

Oracle garantirà la sicurezza e la Privacy dei dati personali

Come risolvere una situazione così ingarbugliata? TikTok sembra aver deciso di garantire la tutela dei dati dei propri utenti grazie al ricorso ad un Trusted Tech Partner, in questo caso Oracle, che dovrebbe fornire l'infrastruttura necessaria per l'archiviazione e il trattamento delle informazioni acquisite impedendone l'eventuale transito in Cina.

Grazie alla collaborazione con Oracle la conformità con le normative sulla privacy dovrebbe essere assicurata, a questo punto bisognerà però attendere l'approvazione delle autorità americane che avevano formulato una scadenza, il 20 settembre 2020, entro la quale TikTok dovrà dimostrare di essere in regola per evitare il ban.

Da parte sua Microsoft avrebbe già confermato che ByteDance non si sarebbe dimostrata favorevole ad una cessione delle proprie attività in Occidente, questo nonostante il gruppo capitanato da Satya Nadella avesse già programmato delle possibile iniziative con cui rendere il funzionamento del social network completamente compliance.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.