Per il Time Mark Zuckerberg è l'uomo simbolo del 2010

Per il Time Mark Zuckerberg è l'uomo simbolo del 2010

Il riconoscimento è importante, importantissimo. L'incoronazione dell'personaggio dell'anno della rivista Time è una ricorrenza attesa che premia, da più di ottant'anni, le principali figure della politica, del business e della cultura mondiale.

Quest'anno la copertina della rivista Time (che nel recente passato ha reso onore a personaggi del calibro di Barak Obama e Ben Bernake) incorona il creatore di Facebook - Mark Zuckerberg - quale personaggio simbolo di questo 2010 che ci stiamo apprestando a chiudere. In realtà la stesa rivista aveva attivato sul proprio sito web un sondaggio per chiedere ai propri utenti di partecipare alla rituale elezione del The person of the Year ottenendo un diverso vincitore: per i surfer, infatti, il principale personaggio del 2010 è Julian Assange, fondatore del discusso WikiLeaks, seguito dalla pop-star del momento Lady Gaga. La redazione del giornale, tuttavia, ha preferito disattendere il giudizio popolare scegliendo il multimiliardario golden boy della silicon valley.

Continua dopo la pubblicità...

In realtà la scelta di Time appare condivisibile: Zuckerberg, pur essendo un personaggio discusso e conosciuto per una certa "antipatia" (chi ha visto il film "The social network" ne sa qualcosa), ha il merito indiscutibile di aver cambiato la vita di milioni di persone che, quotidianamente, utilizzano la sua creatura per comunicare con il mondo facendo cose che, sino a pochi anni fa, erano davvero impensabili.

Da sottolineare, infine, come la recente promessa di donare metà del proprio patrimonio in beneficenza (aderendo all'iniziativa promossa dai coniugi Bill e Melina Gates) abbia, sicuramente, giovato all'immagine del ragazzo di Harvard incidendo positivamente anche sul giudizio della redazione del Time.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.