Tiscali entra in Aria (e parla Russo)

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteYouTube raddoppia il traffico su mobile
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Il gruppo sardo Tiscali sarebbe entrato a far parte di Aria, corporation russa specializzata nella formitura di servizi per il Wireless, il consiglio di amministrazione della società isolana avrebbe già approvato il piano di aggregazione mirato a trasformare la controparte est europea in un socio di maggioranza.

Tale fusione potrebbe permettere all'azienda fondata da Renato Soru di divenire un soggetto commerciale leader nel providing di connettività tramite banda ultralarga; Aria, tra le altre prerogative, disporrebbe infatti anche dei pieni diritti di sfruttamento sui collegamenti tramite i 40MHz di spettro su frequenza a 3.5GHz per l'LTE (Long Term Evolution) o 4G.

L'intesa tra i due gruppi dovrebbe essere perfezionata entro l'anno corrente, per Tiscali l'ingresso in Aria rappresenterebbe anche un'occasione di consolidamento finanziario con un risparmio di circa 10 milioni di euro all'anno, senza contare le maggiori opportunità di espansione sia nel comparto consumer che in ambito enterprise dovute alla disponibilità di un'infratruttura tecnica più estesa.

Secondo gli accordi, ora Tiscali potrà proporre sia soluzioni interne che prodotti di Aria utilizzando comunque il proprio marchio; si calcola che il bacino d'utenza iniziale della società cagliaritana potrebbe ammontare a circa 700 mila unità su tutto il territorio italiano; la nascita del nuovo conglomerato dovrebbe poi modificare alcuni assetti societari.

Continua dopo la pubblicità...

Renato Soru, la cui quota di proprietà passerebbe dal 17 al 10% sarebbe comunque destinato a mantenere il ruolo di presidente esecutivo della Tiscali, la poltrona di ammnistratore delegato spetterebbe invece a Riccardo Ruggiero, già CEO di Aria S.p.A.; si procederà poi con la nomima degli altri componenti del Board sulla base delle quote azionarie possedute.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.