Tiscali e Linkem Retail, fusione approvata

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTikTok: no dal Garante alla pubblicità personalizzata
  • SuccessivoTwitter prepara un causa legale contro Musk
Tiscali e Linkem Retail, fusione approvata

Nelle scorse ore il consiglio di amministrazione di Tiscali ha approvato il piano industriale per il periodo 2022-2025 nel quale è prevista anche l'incorporazione di Linkem Retail all'interno del provider sardo. Il nullaosta da parte dei massimi dirigenti del gruppo arriva dopo l'approvazione da parte degli azionisti che risale allo scorso aprile.

Stando così le cose gli accordi tra le due società dovrebbero concretizzarsi a partire dal 1° agosto 2022, in questo modo Tiscali diventerà anche una fornitrice di servizi FWA (Fixed Wireless Access), cioè basati su una rete mista (fibra ottica, rete cablata e frequenze radio), dopo essersi affermata come operatore per la FTTH (Fiber to the Home).

Tiscali diveterà il quinto provider italiano

Grazie a questa fusione l'azienda fondata da Renato Soru diventerà il quinto provider nazionale per quanto riguarda il mercato fisso nonché il quinto in Italia per quanto riguarda l'ultrabroadband basato su FWA+FTTH. Nel caso specifico di quest'ultimo segmento la sua quota di mercato dovrebbe aggirarsi intorno al 20% (per la precisione il 19.4%).

Nel periodo considerato all'interno dell'accordo Tiscali punta rafforzare il suo posizionamento per quanto riguarda l'offerta combinata tra fisso e mobile, ma investirà anche sulle infrastrutture Cloud per le aziende e la Pubblica Amministrazione, sullo sviluppo di servizi smart per le communità e sulla valorizzazione del portale Tiscali.it e dei suoi contenuti.

I dettagli della fusione dovrebbero essere noti entro settembre, da essa le società coinvolte si attendono maggiore facilità di accesso al credito, un potere negoziale più elevato grazie ad una struttura più articolata e una maggiore capacità di attrarre investimenti. Da segnalare anche la costituzione della Veesible S.r.l. che opererà come concessionaria per l'advertising.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti