TomTom sotto accusa, venderebbe dati alla Polizia

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAruba: dopo l'incendio la situazione migliora
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Secondo recenti accuse, in territorio olandese la Polizia Stradale avrebbe trovato un metodo molto efficace per posizionare i propri autovelox, essa comprerebbe infatti i dati sul traffico dalla stessa società che produce il noto navigatore satellitare TomTom.

Il caso è scoppiato in seguito ad un articolo pubblicato dal giornale Agemeen Dagblad, quotidiano molto seguito in Olanda; le forze dell'ordine sarebbero infatti accusate di conoscere in anticipo le abitudini degli automobilisti e di poter scegliere i luoghi più redditizi per controllare elettronicamente la velocità.

Questo accadrebbe perché il TomTom non avrebbe come unica funzione quella di indicare al guidatore il percorso più breve e meno irto di ostacoli per giungere a destinazione, ma anche quello di registrare i movimenti di coloro che li utilizzano.

Di per sè in Olanda non sarebbe illegale la vendita di dati alla polizia, la vicenda ha però evidenziato un grosso problema per quanto riguarda la protezione della privacy; per questo motivo ora la licenza d'uso del TomTom è stata opportunamente modificata per evitare ulteriori polemiche.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.