TOR: anonimi e insicuri?

Gli esperti di sicurezza hanno lanciato un nuovo allarme relativamente alla presenza di vulnerabilità nella rete TOR (The Onion Router), il progetto per l'anonimizzazione della navigazione on-line; un particolare tipo di attacco permetterebbe di svelare l'identità degli utenti in oltre la metà dei casi.

La vulnerabilità è stata scoperta da Dominik Herrmann, dottorando dell'Università di Regensburg che, insieme ai suoi collaboratori, avrebbe sviluppato un attacco basato su un database in cui i siti Web vengono associati ad identificativi univoci.

Continua dopo la pubblicità...

Si tratta in definitiva di un sistema basato sulle statistiche, la cui precisione è discutibile; identificare un utenti con una probabilità di errore pari al 50% non avrebbe valore in alcun tribunale, per questo motivo la vulnerabilità rilevata ha un interesse squisitamente tecnico.

A rendere ancora più impreciso questo sistema per il tracciamento della navigazione, sarebbe il fatto che esso permette di controllare soltanto un sito per volta, quindi, un utente che visita più pagine in contemporanea sarebbe ancora più difficile da identificare.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.