Twitch: nuove regole per gli username

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Twitch: nuove regole per gli username

Twitch, piattaforma per il live streaming di proprietà di Amazon, ha introdotto delle nuove regole riguardo alle parole che è possibile utilizzare nella creazione degli username. D'ora in poi non sarà più possibile introdurre in essi riferimenti a termini riguardanti droga e sesso, mentre per quanto riguarda quelli riguardanti tabacco, alcol e marijuana sono state previste delle eccezioni.

Gli account con username vietati verranno cancellati

Le policy riviste e corrette sui nomi utente diventeranno tassative a partire dal 1 marzo del 2022 e avranno efficacia retroattiva, questo significa che avranno validità non soltanto per i nuovi profili ma anche per quelli attivati in precedenza. Eventuali violazioni verranno sanzionate con il blocco dell'account fino a quando l'username non verrà corretto.

L'AI aiuterà gli utenti a trovare username alternativi

Per semplificare le scelte degli utilizzatori coinvolti in questo cambiamento Twitch ha messo a disposizione dei propri utenti un'apposita funzionalità basata sull'Intelligenza Artificiale, quest'ultima si occuperà di fornire dei suggerimenti proponendo alcune alternative tra le quali scegliere un nome utente che non violi le nuove clausole.

Gli sviluppatori delle servizio hanno comunque deciso di mettere le mani avanti sottolineando che l'algoritmo alla base di questo strumento potrebbe non essere ancora del tutto affidabile dal punto di vista dei controlli, per questo motivo è stato chiesto agli utilizzatori di segnalare al sistema qualsiasi nome utente che possa contravvenire alle policy.

Fino ad ora le regole di Twitch sugli username erano state molto meno stringenti, esse coprivano un gran numero di argomenti come per esempio la violenza, le molestie, i comportamenti autodistruttivi, le attività illegali o illecite e l'odio. Per ragioni facilmente intuibili erano vietati anche i nickname basati sulla sottrazione delle identità altrui.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti