Twitter bloccato in Turchia

Twitter bloccato in Turchia

Le autorità di Ankara avrebbero deciso di bloccare l'accesso al colosso per il microblogging Twitter, tale iniziatva, che pone degli interrogativi riguardo al rispetto della libertà d'espressione da parte del governo turco, sarebbe stata voluta dal premier Erdogan.

Erdogan stesso avrebbe confermato, durante un suo discorso in pubblico, di essere stato il promotore di questa censura, nella stessa sede avrebbe poi sottolineato di essere del tutto disinteressato a quelle che potrebbero essere le reazioni della comunità internazionale.

Continua dopo la pubblicità...

E' da ricordare che le posizioni di Erdogan non sarebbero state mai particolarmente favorevoli nei confronti dei social network, cosiderati veicoli di dissenso, per cui non è da escludere che l'oscuramento possa estendersi presto anche a Facebook e altre piattaforme di condivisione.

Attualmente, gli utenti turchi di Twitter starebbero utilizzando come rimpiazzo il servizio per la controinformazione Wikileaks, ma il leader turco avrebbe già reso noto di voler sequestrare qualsiasi pagina Web che inciti allo spionaggio, alla sedizione e all'immoralità.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.