Twitter: Elon Musk rinuncia all'acquisizione

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
 Twitter: Elon Musk rinuncia all'acquisizione

Quello che tutti si aspettavano alla fine è accaduto, Elon Musk si è tirato indietro e non ha più alcuna intenzione di acquisire la proprietà di Twitter, social network che in base all'offerta da lui stesso formulata gli sarebbe dovuto costare ben 44 miliardi di dollari. Probabilmente troppi anche per quello che attualmente è l'uomo più ricco del Pianeta.

Le ragioni della sua decisione più recente risiederebbero nel fatto che Twitter non avrebbe fornito le informazioni necessarie per calcolare esattamente il numero di account fasulli presenti nella piattaforma, sin dall'inizio il fondatore di Tesla Motors e SpaceX aveva sostenuto che questi ultimi fossero più del 5% dichiarato dal gruppo creato da Jack Dorsey alla SEC (Securities and Exchange Commission).

A questo punto Musk potrebbe essere costretto a pagare una penale pari ad 1 miliardo di dollari per aver mandato a monte l'intera operazione, i vertici di Twitter potrebbero però non accontentarsi di questa cifra e decidere di dar vita ad una causa legale da milioni di dollari per costringere il miliardario sudafricano a rispettare gli accordi iniziali.

Musk potrebbe essere constretto ad acquisire Twitter o a pagare un risarcimento

Se il board di Twitter dovesse riuscire a dimostrare di essere stato sufficientemente collaborativo e che gli account fake operanti in Twitter sono pari a quelli dichiarati alla commissione di vigilanza sulla borsa, Musk potrebbe essere costretto ad acquisire comunque il social network o a pagare qualche forma di risarcimento per aver rifiutato di farlo.

Esattamente come la notizia della (possibile) acquisizione aveva determinato un incremento improvviso del valore delle azioni di Twitter, quella del passo indietro di Musk ne avrebbe causato un repentino decremento fino ad una perdita del 4% durante le contrattazioni a mercato chiuso. Egli potrebbe essere quindi chiamato a rispondere anche dei danni subiti dagli azionisti.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti