Twitter promette nuove misure contro gli abusi

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle Chrome impone DRM e plugin
  • SuccessivoSnapchat (in perdita) prepara lo sbarco a Wall Street
Twitter promette nuove misure contro gli abusi

Jack Dorsey, fondatore e CEO di Twitter, avrebbe recentemente ammesso che nel corso dell'ultimo anno la piattaforma si sarebbe mossa con grande ritardo per quanto riguarda la lotta contro gli abusi; la promessa è quindi quella di cambiare radicalmente rotta e di avviare una comunicazione trasparente e continua in proposito con l'utenza.

In sostanza il Sito Cinguettante terrà conto di tutte le segnalazioni e i feedback provenienti dai propri iscritti e interverrà costantemente per migliorare il controllo sugli abusi; questo lavoro proseguirà fino a quando l'impatto delle modifiche effettuate non si rivelerà realmente positivo per garantire una user experience di qualità.

Continua dopo la pubblicità...

Al di là delle buone intenzioni, per il momento Dorsey non avrebbe ancora spiegato nel dettaglio come questo progetto verrà condotto e portato a termine a livello tecnico; andrebbe comunque riconosciuta l'importanza di un'ammissione di colpa (anche se tardiva) che rappresenta un fondamentale punto di partenza.

E' probabile che tra le prime misure previste contro gli abusi vi sia la creazione di strumenti più avanzati per il blocco degli account; a questo proposito sarà però necessario individuare dei criteri sufficientemente validi per rilevare gli utenti da allontanare per rendere la timeline di Twitter maggiormente vivibile e più attrattiva per la nuova utenza.

Il proliferare di fenomeni come la diffusione delle fake news, il clickbait, le molestie e la diffusione di contenuti offensivi stanno mettendo a dura prova la credibilità dei social network; una tendenza che un progetto in fase di crisi (sia finanziaria che in termini di popolarità) come Twitter non può permettersi in questo momento.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.