Twitter si accorcia le URL da solo

Il noto servizio di microblogging Twitter ha deciso di produrre all'interno dei suoi laboratori un servizio proprietario per l'accorciamento delle URL; brutte notizie quindi per Bit.ly che fino ad ora aveva messo a disposizione il servizio per il network sociale.

Le funzionalità fornite da Bit.ly sono estremamente diffuse in Rete, conta infatti circa 6 mila gruppi che utilizzano il suo servizio in versione professionale, in Twitter queste risultavano estremamente comode se impiegate all'interno di post della lunghezza massima di 140 caratteri.

Twitter non ha diffuso ancora particolari sulle caratteristiche del suo servizio interno per l'accorciamento delle URL, circolano però alcune indiscrezioni relativamente al nome che potrebbe essere "twee.tt" o in alternativa "twt.tl".

Le URL abbreviate sono una delle particolarità di Twitter (insieme alla "@" per i riferimenti agli account), era quindi prevedibile che la piattaforma decidesse prima o poi per una soluzione interna privando Bit.ly di uno dei suoi migliori clienti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.