Twitter traccerà le applicazioni degli utenti (per potenziare l'offerta ADV)

Twitter traccerà le applicazioni degli utenti (per potenziare l'offerta ADV)

I portavoce del colosso del microblogging Twitter avrebbero reso noto che il gruppo comincerà a tracciare le applicazioni installate dagli utilizzatori nei loro smartphone; tale iniziativa, che presenterebbe implicazioni abbastanza importanti per la privacy, sarebbe stata lanciata con lo scopo di offrire advertising più mirato.

Proprio per questioni inerenti la riservatezza l'azienda non potrebbe obbligare il suoi utenti a subire passavamente un'attività di monitraggio, motivo per il quale chi non dovesse essere favorevole al tracciamento previsto potrà semplicemente negare il suo consenso, Twitter si limiterà quindi a registrare tale scelta per evitare eventuali incomprensioni successive.

Continua dopo la pubblicità...

Questo nuovo corso potrebbe suscitare qualche perplessità negli utilizzatori che prendono maggiormente sul serio la tutela dei propri dati personali, ma da questo punto di vista si tenga conto del fatto che, fino ad ora, l'unico mezzo che Twitter aveva a disposizione per profilare gli utenti erano i tweets pubblicati in Timeline da questi ultimi.

Per contro una realtà concorrente come per esempio Facebook (ma anche LinkedIn per il settore di suo interesse) disporrebbe di molti più strumenti per creare pubblicità quanto più mirata possibile, si pensi soltanto ai commenti, ai "Mi piace" clickati sulle fanpages, ad Instagram e alla messaggistica di programmi accessori come per esempio Mesenger e WhatsApp.

In ogni caso, prima di gridare allo scandalo per questa iniziativa (cosa che sarebbe in parte già successa e sicuramente succederà), è necessario ricordare che nella maggior parte dei casi le applicazioni mobili richiedono sempre e almeno in minima parte un accesso ai dati degli utenti, motivo per il quale sul fronte della privacy non vi sarebbe niente di nuovo.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.