Ubuntu: il software non rende

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSocial network e perdite aziendali
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Ubuntu: il software non rende

Mark Shuttleworth è il proprietario della Canonical, la società che si occupa della sponsorizzazione e della distribuzione del sistema operativo Ubuntu, ma nonostante sia un milionario afferma che investire su Linux per i computer desktop rimane un'attività in perdita.

Intervistato in occasione dell'uscita della nuova versione di Ubuntu, Shuttleworth ha parlato chiaro indicando nell'assistenza e nei servizi i veri settori economicamente convenienti che ruotano attorno al free software; distribuire Linux ha senso soltanto fino a quando esiste una domanda di competenza in questo campo da parte delle aziende.

Ad oggi la Canonical conta oltre 200 dipendenti sparsi in tutto il Mondo e circa 8 milioni di installazioni di Ubuntu su desktop; gli utili dovrebbero aggirarsi intorno a diversi milioni di dollari ma dato che l'azienda non è quotata in borsa non è obbligata a fornire cifre riguardo allo stato della cassa.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.