WhatsApp e Facebook non minacciano i provider telefonici

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
WhatsApp e Facebook non minacciano i provider telefonici

Anche Mark Zuckerberg, creatore del social network più grande della Rete, ha deciso di partecipare personalmente al Mobile World Congress 2015 di Barcellona; nel corso del suo intervento l'imprenditore ha voluto parlare di quello che il ruolo attuale di due strumenti come WhatsApp e e Facebook nel settore delle comunicazioni.

Tanto per sottolineare quanto molte delle previsioni formulate in passato si siano dimostrare errate, egli avrebbe fatto riferimento al fatto che le soluzioni per il social networking su mobile e le applicazioni per la messaggistica istantanea non avrebbero affossato il mercato della telefonia tradizionale né danneggiato i provider che operano in tale settore.

Cercando di rispondere ad una domanda su quale potrebbe essere il migliore modello di business per questo comparto, Zuckerberg avrebbe ammesso di non possedere certezze a riguardo; sostanzialmente, a suo parere, il fatto che oggi esistano numerosi mezzi per entrare in comunicazioni con gli altri non significa che le attività degli operatori debbano essere rivoluzionate.

Sempre secondo il pensiero del fondatore di Menlo Park, esattamente come gli utenti erano (e in buona parte sono ancora) disposti a pagare per usufruire dei servizi voce ed sms, ora saranno altrettamento pronti a pagare per il traffico dati; il fatto che una risorsa venga veicolata su Internet dovrebbe renderla più conveniente, ma non necessariamente gratuita.

Relativamente al suo progetto più ambizioso, cioè quello di "connettere tutto il Mondo", Zuckerberg avrebbe ricordato che molto di quello che si potrà fare in futuro dipenderà dalla qualità delle infrastrutture; queste ultime però, non vengono costruite dai social media, ma dagli operatori che dovranno dimostrare di voler scommettere su di esse.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti