Zynga e Facebook ai ferri corti

Zynga e Facebook ai ferri corti

La partnership tra la gaming house Zynga e il network sociale più grande della Rete potrebbe presto concludersi, e non nel migliore dei modi; Facebook avrebbe chiesto una partecipazione pari al 30% sui ricavi derivanti dal social gaming e Zynga non ci sta.

Quella espressa dai vertici del social network non sarebbe stata una semplice proposta, ma un vero e proprio ultimatum: o il 30% o fuori dalla porta; un presa di posizione che ha fatto parlare di un vero e proprio ricatto, anche se probabilmente le due aziende riusciranno a venirsi incontro.

Due i punti più contestati da Zynga: Facebook vorrebbe che i creatori di Mafia Wars e Farmville utilizzassero esclusivamente il suo sistema di credits per i pagamenti, inoltre, il network sociale avrebbe imposto a Zynga di non fornire i propri servizi su altre piattaforme.

Zynga starebbe infatti preparando il lancio di un network dedicato al social gaming e donominato Zynga Live, Facebook, evidentemente preoccupato da una possibile diminuzione del traffico, ha immediatamente iniziato la sua azione di contrasto.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.