Big Company: più assunzioni durante la pandemia

Big Company: più assunzioni durante la pandemia

Le Big Company dell'High Tech sarebbero alla ricerca di un numero sempre maggiore di dipendenti e l'emergenza pandemica avrebbe determinato un'ulteriore accelerazione in questo senso, ad oggi Google, Amazon, Alibaba, PayPal e Facebook impiegherebbero sa sole circa 1.7 milioni di dipendenti con un incremento del 60% in 12 mesi.

A primeggiare per quanto riguarda il reclutamento sarebbe stata l'azienda fondata da Jeff Bezos con la creazione di circa mezzo milione di posti di lavoro nel corso dell'anno passato, ad oggi Amazon sarebbe la società tecnologica che impiega il maggior numero di collaboratori anche in virtù di una struttura che comprende diversi centri di distribuzione in tutto il Mondo.

Per la precisione, oggi il gruppo di Seattle dovrebbe poter contare su una forza lavoro composta da 1.3 milioni di persone posizionandosi al secondo posto negli Stati Uniti dopo Walmart (2.2 milioni). A facilitare le assunzioni sarebbe stato anche un incremento rilevante del fatturato cresciuto del 37% nel 2020 fino a sfiorare i 400 miliardi di dollari.

Per avere un'idea di quanto Amazon sia rilevante dal punto di vista occupazionale basti pensare che Alphabet, il conglomerato finanziario di cui fa parte Google, occupa attualmente il secondo posto tra le società High Tech con "appena" 135 mila dipendenti. Nel caso di quest'ultima la crescita sarebbe stata del 13% rispetto all'anno precedente.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto riguarda invece l'Asia andrebbe segnalata la straordinaria performance di Alibaba, altro colosso del commercio elettronico, che in un anno avrebbe assunto quasi 140 mila nuovi addetti portando il suo organigramma a 251 mila unità (+113%), oltre quattro volte i dipendenti di Facebook (circa 60 mila unità) e quasi dieci volte quelli di PayPal (26.500).

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.