E-commerce B2B: oltre la metà delle grandi aziende vendono online

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteBlockchain: un nuovo protocollo per i social network
  • SuccessivoGoogle: la Commissione Europea indaga sul display advertising
E-commerce B2B: oltre la metà delle grandi aziende vendono online

Secondo una rilevazione operata da Netcomm nel corso dell'ultimo anno la velocità di adozione dell'e-commerce B2B (Business-to-Business) sarebbe più che raddoppiata in Italia. Ad oggi oltre la metà delle aziende nostrane con ricavi superiori ai 2 milioni di euro venderebbe beni e servizi in Rete tramite una propria piattaforma o sfruttando marketplace dedicati.

Nello specifico l'incremento registrato negli ultimi 12 mesi sarebbe stato del 6% contro una media pari a 2.5 punti percentuali misurata durante gli anni precedenti. Le aziende che invece non avrebbero ancora deciso di estendere il proprio business tramite il commercio elettronico sarebbero il 29% con una crescita del 3% nell'ultimo anno.

Anche nel caso dell'andamento dell'e-commerce B2B italiano tutte le tendenze in atto devono essere valutate tenendo conto dell'emergenza pandemica, da una parte infatti quest'ultima ha costretto diverse aziende a digitalizzarsi, dall'altra non poco imprese hanno dovuto rallentare i propri processi di Digital Transformation in attesa di tempi migliori.

Per quanto riguarda gli investimenti dedicati al marketing, il 40% delle aziende che vendono su Internet ad altri operatori economici farebbe uso di strumenti digitali per la promozione e per le strategie commerciali dedicate alla prevendita, il 15% per attività legate alla lead generation e il 25% per curare le fasi relative alla postavendita.

Continua dopo la pubblicità...

Il marketing digitale sembrerebbe avere un effetto benefico a favore del fatturato, soprattutto in considerazione del dato secondo cui ben il 56% delle imprese che hanno contattato nuovi fornitori lo avrebbero fatto dopo una ricerca online. Questa percentuale salirebbe fino a 70 punti nel caso di realtà particolarmente strutturate contro il 33% del 2019.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.