Edward Snowden descrive il funzionamento di PRISM

Edward Snowden, l'ex informatico della CIA a cui si deve l'esplosione dello scandalo Datagate, avrebbe rilasciato un'intervista all'inizio dello scorso giugno nel corso della quale veniva descritto il funzionamento del progetto PRISM per l'accesso ai dati degli utenti.

Secondo quello che attualmente è uno degli uomini più ricercati del Mondo, aziende come Google, Facebook, Apple e Microsoft avrebbero avviato già da tempo una collaborazione attiva con i servizi segreti interni degli Stati Uniti (NSA).

Continua dopo la pubblicità...

Questi ultimi disporrebbero quindi delle credenziali necessarie per accedere alle infrastrutture telematiche dei gruppi precedentemente citati che sono utilizzate da milioni di utenti per comunicare tra loro, archiviare dati e condividere informazioni online.

Per Snowden, in questo modo i colossi dell'high tech avrebbero la possibilità di non subire ulteriori controlli da parte delle autorità statunitensi, per contro la privacy degli utenti potrebbe essere (e verrebbe) continuamente violata senza alcuna autorizzazione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.