Twitter: Elon Musk punta all'acquisizione?

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFintech: le risorse del PNRR saranno determinanti per lo sviluppo del settore
  • SuccessivoApple: un visore da 3 mila dollari entro inizio 2023?
Twitter: Elon Musk punta all'acquisizione?

Dopo la nuova acquisizione di titoli che gli ha permesso di diventare il primo azionista di Twitter, Elon Musk ha deciso di non entrare a far parte del consiglio di amministrazione del gruppo fondato da Jack Dorsey. Sulla base di quest'ultima novità gli analisti finanziari si sono quindi chiesti quali siano le reali intenzioni dell'imprenditore nei confronti del social network.

Attualmente la quota azionaria posseduta da Musk è pari al 9.2% e, stando agli aggiornamenti diffusi in Rete nelle scorse ore, con il suo ingresso nel board avrebbe potuto perdere la possibilità di far proprio il resto della compagnia. Agendo dall'esterno, invece, egli potrebbe tentare un'acquisizione ed è forse questo il motivo per cui non lo vedremo nel CdA della società.

A questo proposito è bene chiarire che il creatore di Tesla Motors e SpaceX è per ora "soltanto" il principale azionista privato di Twitter, mentre il maggiore in termini assoluti è un gruppo statunitense con sede presso Valley Forge, stato della Pennsylvania, che prende il nome di The Vanguard e si occupa principalmente di investimenti.

The Vanguard possiede il 10.29% delle azioni Twitter, quindi per avere maggior peso Musk dovrebbe procedere ad un'ulteriore acquisizione di titoli. Entrando nel CdA egli però non avrebbe potuto comprare più del 14.9% dei titoli, evidentemente troppo poco nel caso in cui le sue intenzioni fossero quelle di determinare le sorti della piattaforma.

Attualmente il valore di mercato di Twitter dovrebbe attestarsi intorno ai 38 miliardi di dollari, Musk è l'uomo più ricco del mondo (con una fortuna pari a circa 270 miliardi di dollari) e potrebbe permettersi un'operazione di questo genere ma trattandosi in ogni caso di una somma molto ingente è probabile che nulla verrà fatto senza valutarne prima i benefici (e gli eventuali rischi).

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti