Twitter a pagamento per aziende e istituzioni?

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Twitter a pagamento per aziende e istituzioni?

Non si dice nulla di nuovo quando si ricorda che il visionario imprenditore sudafricano Elon Musk è diventato l'unico proprietario del social network Twitter in seguito ad un'offerta pari a 44 miliardi di dollari, ciò che risulta in parte ancora misterioso riguarda invece cosa accadrà alla piattaforma ora che non dovrà più far riferimento a degli investitori.

Tra le principali novità che potrebbero essere introdotte nel corso delle prossime settimane vi sarebbe una formula a pagamento appositamente dedicata alle aziende e alle istituzioni. Un novità particolarmente interessante se si considera che Twitter è divenuto nel tempo il social media più utilizzato al mondo per le comunicazioni politiche.

Attualmente esiste già una variante del servizio a pagamento, prende il nome di Twitter Blue ed è attiva in appena 4 Paesi: Australia, Canada, Nuona Zelanda e Stati Uniti. Quest'ultima è però dedicata a tutte le tipologie di utenti che desiderano accedere a funzionalità addizionali, quindi potrebbe essere destinata a rimanere anche se forse a prezzi più contenuti.

L'utilizzo di Twitter diventerebbe a pagamento per business e istituzioni ma il servizio rimarrebbe lo stesso

Nel caso della nuova idea di Musk il pagamento da parte delle aziende e dei governi dovrebbe avvenire per poter utilizzare la versione standard del social social network, senza alcuna feature aggiuntiva. Per quanto riguarda invece tutti gli altri utilizzatori l'accesso dovrebbe continuare ad essere gratuito, anche per evitare più che probabili perdite di utenti.

Nulla di quanto riportato fino ad ora in proposito sarebbe stato confermato, l'eventualità non è comunque priva di incognite in quanto sarebbe molto difficile stabilire un tariffario equo in grado di tenere conto delle dimensioni dell'azienda o dell'istituzione coinvolta. Come spesso accade quando si parla di Musk, è probabile che tale ipotesi sia stata fatta circolare per valutare la reazione dell'utenza.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti