Uber differenzia il business e scommette sugli Ads

Entrato in carica nell'agosto del 2017 al posto del co-fondatore Travis Kalanick, il CEO di Uber Dara Khosrowshahi ha dimostrato da subito di voler modificare il modello di business dell'azienda estendendolo oltre il trasporto persona. Che la sua parola d'ordine sia "differenziare gli investimenti" è ormai noto in tutti gli ambienti finanziari.

Ma forse potrebbe comunque stupire che il dirigente abbia deciso di puntare su un comparto almeno apparentemente molto lontano dalle strategie del gruppo, quello dell'advertising. Per il momento non sarebbe disponibile alcuna conferma a riguardo, ma un annuncio di lavoro pubblicato nelle scorse ore sembrerebbe confermare le indiscrezioni più recenti.

Continua dopo la pubblicità...

Il profilo ricercato è infatti quello di un team manager che sia in grado di gestire un gruppo di lavoro impegnato sul fronte pubblicitario. Di quest'ultimo dovrebbero fare parte anche degli sviluppatori e dei creativi in quanto lo scopo del progetto sarebbe quello di integrare le inserzioni all'interno di Uber Eats, l'applicazione della compagnia per l'online food ordering.

L'obbiettivo è naturalmente quello incrementare la monetizzazione prodotta dall'App. Fino ad oggi i guadagni di Uber su ciascun ordine sarebbero stati di circa il 10% (al netto delle spese, incluse le retribuzioni dei riders), sfruttare un canale estremamente constestualizzato potrebbe quindi rappresentare un'ottima opportunità per aumentare gli utili.

In Rete sarebbero state già pubblicate alcune immagini di quelli che dovrebbero essere gli annunci pubblicitari visualizzati tramite i banner di Eats, ma ad oggi la società non avrebbe ancora comunicato i suoi programmi in merito e probabilmente prima del debutto definitivo gli ads verranno sottoposti ad una lunga fase di test.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.